Post

Visualizzazione dei post da Agosto, 2019

La scuola della noia

La noia. -parte prima - La noia è una signora dai fianchi un po’ molli ed i piedi gonfi, che si dà aria sventolando uno sfilacciato foulard. La noia è insopportabilmente vecchia. La noia è il chiassoso silenzio che ogni giorno esperimento nel chiuso della mia cameretta. La noia è evidente mi è imposta. La noia è il dovere prima del piacere, è fare il cameriere a mio fratello, è uscire con l’ombrello, è il fare le spese.  La noia abita questo paese in cui niente mai succede e la vita si snoda fra la casa, la chiesa e la posta. Ci vorrebbe una bomba, sì una bomba. Senza morti e feriti, solo un po' di macerie ed un bel polverone. Una bomba contro la noia. La bomba. -parte seconda- La bomba è un concetto in bilico fra il concreto e l'astratto. La bomba ha un misterioso ed ancestrale fascino, rimanda alla caccia, ha il sapore della sfida, ha il tempo esagerato della miccia. La bomba mi piace, pur non avendola mai vista. La bomba come un dirompente desi

Fraternità

Invita sette o otto persone che non si conoscono fra di loro a sedere per due o tre ore intorno a un tavolo, in una sorta di appuntamento al buio. Sceglile differenti per sesso, età, estrazione sociale, servi cibo in abbondanza e lasciali chiacchierare di ciò che vogliono: politica, economia, famiglia, senza limiti e giudizi. Ripeti l’esperimento più e più volte, mescolando le persone, moltiplicando i gruppi. Ecco hai dato avvio a momenti di fraternità, che non potranno dare altro che frutti positivi… provare per credere.